FioreService - Il fabbro di fiducia | sicurezza, cosa c'è da sapere
Home Servizi> Contatti Glossario
Privato Azienda Zanzariere

Serratura a cilindro europeo

Serratura a cilindro europeo

Una delle componenti fondamentali di una qualsiasi porta è il blocco serratura e negli ultimi anni si è sentito molto spesso parlare di serrature a cilindro europeo, ma che cosa sono? Questa tipologia di serrature è comunemente associata alle porte blindate e vanno a sostituire i modelli precedenti, ovvero le serrature a doppia mappa, che al giorno d'oggi con l'avvento del grimandello bulgaro, vengono aperte facilmente e senza il minimo rumore. Si va quindi a parlare della resistenza all'effrazione della porta d'ingresso che può essere sia di una casa privata che di un ufficio. Le serrature a cilindro europeo aumentano di molto la difficolta per il malintenzionato di entrare nell'abitazione/ufficio grazie ai suoi accessori studiati per i metodi più usati nei tentativi di scasso. Nella maggior parte dei casi queste serrature possono essere installate con l'intervento di un tecnico specializzato, che potrà consigliarvi la miglior serratura e i migliori accessori in merito al vostro caso.

Gli accessori da cui è composta

Gli accessori che compongono una serratura a cilindro europeo sono principalmente 3 e di seguito andremo a vedere per ognuno le particolarità tecniche che possono avere, poichè molto dipende anche dalla capacità di spesa e dalla tipologia di sicurezza che si vuole avere:

1. Blocco serratura
Blocco serratura

Il blocco serratura è quella parte all'interno della porta, come raffigurato nell'immagine, formato da un foro ospitante il quadro maniglia(in alto), l'altro foro ospitante il cilindro europeo, sulla costa i perni che rappresentanto le chiusure, sempre sulla costa un perno con un taglio a 45° che rappresenta lo scrocco e sopra e sotto sulle coste una lamina che esce a cui vanno ad attaccarsi eventuali aste. Il funzionamento del blocco serratura è attivato dal cilindro europeo che con giri consecutivi muove i meccanismi del blocco serratura che espellono i perni che vanno a infilarsi nei fori presenti sul telaio della porta, non permettendo l'entrata in assenza della chiave. Spesso queste serratura presentano una "trappola" ovvero un meccanismo che in caso di espulsione del cilindro a porta chiusa bloccano l'intera serratura non permettendo più la manomissione dall'esterno. Ogni porta presenta una propria serratura che si adatta alla stessa, motivo per cui è importante farsi consigliare dal proprio tecnico di fiducia.

2. Cilindro europeo
Cilindro europeo

Il cilindro europeo è un blocchetto formato da 2 parti separate dentro cui va messa la chiave(nel caso di un cilindro chiave-chiave) o la chiave da un estremità e il pomolino nell'altra(come da immagine). Al centro del cilindro troviamo un pezzo nero che porta il nome di camma che, girando la chiave, esso gira insieme a lei sbloccando i meccanismi della serratura. Come le serrature i cilindri non son da meno e ne esistono molti modelli che a seconda del tipo di sicurezza che si desidera avere il suo prezzo varia di molto, come il costo delle chiavi stesse, ma di tutto ciò ne parleremo nella sezione dedicata al cilindro europeo. Una nota da fare in questo caso è che è quasi sempre consigliato mettere un cilindro che all'interno presenti un pomolino per un semplice fatto, che, se il malintenzionato dovesse entrare nell'abitazione da altre parti, onde evitare che, non riuscendo a uscire si innervosisca creando ulteriori danni, è meglio che riesca tranquillamente ad andarsene aprendo appunto con il pomolino.

3. Defender
Defender cilindro europeo

Il defender è l'accessorio che, come dice il nome stesso, va a difendere il cilindro da un tentativo di effrazione. A seconda del modello di Defender il materiale con cui è solitamente costruito è anti-perforamento, non permettendo alle normali punte di scalfirlo e rendendo la vita difficile ad altri attrezzi, presentando inoltre al suo interno delle spine in metallo che vanno a rompere le punte dei trapani. La forma della maggior parte dei defender è fatta inoltre in modo che non sia possibile afferrarlo e strapparlo con i comuni attrezzi, oltre al fatto che è fissato tramite due viti che passano attraverso la serratura tenendolo dall'interno, rendendo difficile separarlo da quest'ultima nel caso ci fosse il tentativo. Alcune marche di defender presentano un contro-defender che messo dalla parte interna rende difficoltosa l'estrazione del cilindro verso l'interno dell'abitazione per una maggiore sicurezza ma con costi non irrisori.

I costi e le marche

Le serrature a cilindro europeo vanno montate da tecnici specializzati in serrature, e i costi variano in base al tipo di serratura che la porta necessita, dal tipo di cilindro di sicurezza scelto e dal defender scelto. Normalmente per un cambio serratura da un operatore specializzato l'intervento compreso della manodopera parte da una base di 380 € e può arrivare per alcuni rari tipi di serrature o a seconda del cilindro scelto anche a cifre di 800-900 €. Su modelli di porta blindata che superano i 30-35 anni alcune volte è preferibile cambiare l'intera porta poichè o la serratura adatta non esiste più o le complessità nell'adattarne una comprometterebbe il risultato finale.
Le marche più comunemente montate sono: per quanto riguarda il blocco serratura per porte blindate Mottura, cisa, CR, Mul-T-Lock; per quanto riguarda i cilindri, quelli più comunemente usati sono Securemme, Cisa, Mottura, Iseo ma ci sono richieste anche per cilindri di alta fascia tra cui Evva, Keso, Wilkhaus, Kaba; mentre per quanto riguarda il defender Disec, Securemme, Mottura.Le fasce di prezzo variano molto a seconda della scelta degli accessori. Consigliamo sempre di farsi consigliare da uno specialista nel settore; per richiedere un preventivo o un sopralluogo gratuito potete contattarci compilando il form o chiamandoci fornendoci più informazioni possibili.

Il cilindro europeo

Esploso del cilindro europeo

Il cilindro europeo è un blocchetto a forma di pera rovesciata costituito da due parti, in cui si inserisce la chiave o in alcuni ad un estremita semplicemente si gira un pomolino, divise da una camma (pezzo centrale solitamente di colore nero). Le due estremità, all'inserimento della chiave, muovono una serie di pernetti le cui misure sono inversamente proporzionali, ovvero in corrispondenza di una parte bassa della chiave, il pernetto è lungo, in corrispondenza di una parte alta, il pernetto è corto e una volta che questi sono allineati il barilotto interno ruota permettendo al cilindro di far ruotare la camma che va ad attivare i meccanismi interni della serratura, sbloccando le mandate e lo scrocco (la parte che presenta il pomolino gira direttamente la camma, non ha pernetti). Esistono due tipi di camme: quella che all'estrazione della chiave resta allineata con la sagoma del cilindro che è la meno sicura e quella che all'estrazione della chiave sporge all'esterno del cilindro, contrastando un eventuale sfilamento per la rottura della vite con cui si fissa alla serratura.

Le proprietà del cilindro

Un cilindro europeo è caratterizzato da una struttura che ogni casa madre ha personalizzato proponendo spesso una varia gamma di cilindri, di vari materiali, per tutte le esigenze e le possibilità economiche, ma andiamo ad analizzare quali sono le tre proprietà principali da considerare:

1. Durabilità

Questa proprietà definisce i cicli minimi che un cilindro dovrebbe effettuare nella sua vita; ovvero il numero di volte in cui si esegue l'azione di inserire la chiave, girarla ed estrarla. La norma prevede esattamente 3 gradi; ovvero il grado 4 corrispondente ad un minimo di 25.000 cicli, il grado 5 corrispondente ad un minimo di 50.000 cicli ed infine il grado 6 che garantisce un minimo di 100.000 cicli. La durata può variare se le chiavi cadono spesso a terra, o viene estratta non perpendicolare o non in corretta posizione di estrazione, ecc. motivo per cui va prestata attenzione che la fase d'inserimento ed estrazione della chiave avvenga sempre in modo scorrevole.

2. Sicurezza della chiave

Questa proprietà definisce il numero di combinazioni ottenibile dal cilindro, componenete che dipende molto dal numero di pernetti presenti all'interno del cilindro e viene rappresentato da 6 gradi: il 1° grado con minimo 100 combinazioni, il 2° grado con 300, il 3° grado con 15.000, il 4° e 5° grado con 30.000 (cambia solo 1 parte mobile interna in più), il grado 6° con 100.000. I cilindri di alta fascia arrivano ad avere anche oltre le 5 milioni di combinazioni e spesso vengono dati in dotazione con una tessera che ne indica la proprietà con cui senza non è possibile fare la copia della chiave.

3. Resistenza all'attacco

Questa proprietà è la più importante di tutte e ne definisce la resistenza contro attacchi con utensili dividendosi a sua volta in 5 gradi e in 3 proprietà altrettanto importanti da considerare nella lista:
- Grado 0: in cui non c'è nessuna resistenza contro il trapanamento o utensili meccanici e quindi facilmente scassinabile.
- Grado A: in cui la resistenza al trapanamento va dai 3 ai 5 minuti, ha una resistenza all'attacco meccanico, mentre non ha resistenza all'estrazione del cilindro.
- Grado B: in cui la resistenza al trapanamento va dai 5 ai 10 minuti, ha una resistenza all'attacco meccanico, mentre non ha resistenza all'estrazione del cilindro.
- Grado C: in cui la resistenza al trapanamento va dai 3 ai 5 minuti, ha una resistenza all'attacco meccanico, e ha anche resistenza all'estrazione del cilindro.
- Grado D: in cui la resistenza al trapanamento va dai 5 ai 10 minuti, ha una resistenza all'attacco meccanico, e ha anche resistenza all'estrazione del cilindro.
- Anti-bumping: il bumping è una tecnica che consiste nel mantenere in trazione il cilindro con una apposita chiave lavorata (come se si stesse girando la chiave) e dando dei colpetti sopra essa i pernetti all'interno saltano portandosi nella posizione per l'apertura.
- Anti-picking: il picking è una tecnica che consiste nel mantenere in trazione il cilindro con un ferretto e con un altro spostare i perni all'interno portandoli nella posizione di apertura (un pò come quello che si vede alla tv ma impiegando molto più tempo).
- Anti-spezzamento: un sistema del cilindro consistente in lamelle poste alla base del cilindro in un materiale metallico molto elastico; o con uno scavo, nella parte che da all'esterno, nei primi centimetri del cilindro visibile come un corridoio che ne segue la forma, punto in cui si spezzerà lasciando intattane una parte; o con un rinforzo nel punto vicino al foro per la vite.

Le certificazioni e le marche

Cilindro europeo Keso

Quasi tutti i cilindri presentano una certificazione che si adatta a normative sulla sicurezza europee come la UNI EN 1303:05, ma esistono certificazioni particolari personalizzate che solo cilindri di alta fascia hanno. Una di queste è la Skg BN dei cilindri europei di sicurezza ed è rilasciata da un ente privato che testa la qualità dei cilindri che installano elementi aggiuntivi, i quali rafforzano le caratteristiche anti effrazione del cilindro in origine per la distribuzione commerciale. Un altra certificazione particolare è la Vds che approva il grado di qualità del cilindro per i materiali e accessori di cui è composto; sopratutto in ambito di sicurezza di edifici importanti o come quelle riguardanti la sicurezza antincendio; garantendone la durata e la resistenza all'effrazione.
Generalmente in quasi tutte le ferramente si trovano i cilindri di bassa e media fascia, trattati da molti marchi comuni come Cisa, Mottura, iseo, Securemme, AGB, Viro, MG; con costi che arrivano tra i 20 e 180 euro. Per i cilindri di alta fascia ci si sposta su case produttrici meno comuni come Evva, Kaba, Winkhaus, Keso, i cui cilindri possono arrivare ad avere dei costi che partono dai 200 ai 500 euro o a cifre addirittura più alte se si parla di cilindri elettronici.
Per sapere se la vostra porta monta un cilindro sicuro serve affidarsi a uno specialista del settore che possa consigliarvi al meglio; per richiedere un preventivo o un sopralluogo gratuito potete contattarci compilando il form o chiamandoci fornendoci più informazioni possibili.

La serratura elettrica

Serratura elettrica

Una serratura è definita elettrica quando al suo interno c'è un meccanismo che viene azionato da un impulso di corrente elettrica alternata o da una corrente elettrica continua. In questa categoria rientrano un gran numero di serrature, ognuna destinata ad un impiego diverso, con la meccanica interna che permette con un pulsante posizionato ovunque si voglia lo sblocco instantaneo della serratura garantendo una grossa comodità; togliendo la necessità di correre alla porta ad aprire ogni volta. Questo tipo di soluzione è molto adatta per cancelli e cancelletti esterni, per evitare sopratutto nei mesi più freddi di uscire per aprire; nelle attività commerciali come uffici o studi dove è richiesto proteggere la zona di lavoro e serva far entrare solo i clienti o/e gli impiegati; nelle palazzine per aprire la porta del giroscale senza scendere; ecc... Gli usi e le applicazioni sono innumerevoli e solitamente l'applicazione è nelle strutture commerciali ma con possibilità anche nel privato; con costi molto vari che dipendono da quello che si vuole ottenere, dal tipo di porta e dal tipo di sicurezza. Applicazione non meno importante e innotiva è nella domotizzazione dell'ambiente, poichè la tecnologia ha permesso la facile integrazione con il mondo IoT (Internet of things) integrando nelle serrature schede che permettono la sincronizzazione con cellulari, tablet o computer remoti.

La serratura elettronica

Serratura elettronica Mottura

Nella categoria delle serrature elettriche rientrano serrature molto complesse come quelle elettroniche e motorizzate che automaticamente possono fare varie funzioni quando ricevono l'appropriato input settabile comodamente da un dispositivo connesso alla rete o tramite bluetooth. Tra queste funzioni troviamo: la chiusura all'accostamento della porta facendo fuoriuscire in automatico le mandate della serratura, senza preoccuparsi di chiudere o avere chiuso prima di andare a letto; l'apertura della porta, anche se chiusa a chiave, al rilevamento delle chiavi a pochi metri (molto comodo quando si hanno i sacchetti della spesa in mano); negli hotel o nei B&B la possibilità di cambiare codice di accesso alla camera, personalizzandolo per ogni cliente, comodamente dallo smartphone o da un computer remoto; in ambienti di lavoro in cui è utile avere un controllo accessi tramite sblocco della serrature con badge e con fascie di orario programmabili in remoto dagli uffici.
Negli anni recenti sono usciti molti prodotti in merito come accessori alla serratura per renderla motorizzata ed elettronica; come blocchetti motorizzati applicabili nella parte interna della porta o direttamente all'interno di essa, cilindri da installare con funzionalità meccatroniche e molto altro ancora; con un mercato in espansione continua.

I costi

Il costo delle serrature elettriche non è di molto superiore alla loro versione solo meccanica; ma per quanto riguarda le serrature elettroniche i divari possono essere enormi. Si passa dalle semplici serrature commerciali che possono avere anche costi contenuti intorno ai 200 € che rendono elettroniche le serrature già esistenti tramite la loro applicazione sulla porta; fino a passare a serrature elettroniche professionali con integrati sistemi di domotica che arrivano a cifre come 2.000 € e oltre. Il prezzo alto non sempre ne giustifica l'acquisto, è bene affidarsi ad un tecnico che capisca le esigenze del cliente e cosi poter consigliare l'articolo migliore con un buon rapporto qualità/prezzo/uso; per richiedere un preventivo o un sopralluogo gratuito potete contattarci compilando il form o chiamandoci fornendoci più informazioni possibili.

Quando si parla di serramento

Serramento in alluminio Schuco

Il termine serramento descrive in generale quella struttura posta nella casa che va ad aprire o chiudere le aperture lasciate nei muri. Si possono trovare vari tipi di aperture; si va dai serramenti ad anta apribile, ad anta scorrevole, a vasistas e ad anta-ribalta(si apre sia ad anta che vasistas). Sono costituiti da una struttura che può essere di materiali vari, tra cui legno, pvc, acciaio e alluminio, e da una parte centrale che corre lungo il perimetro del serramento chiamato meccanismo o ferramenta che è adibito, ruotando la maniglia o la chiave, alla chiusura del serramento. E molto importante nel tempo tenere i serramenti con una buona manutenzione soprattutto nelle parti mobili del meccanismo di chiusura lubrificandole con appositi prodotti e opportunamente regolandole nel caso che nel tempo, con il ripetuto uso, la struttura si fosse mossa.

Le tipologie di serramento

Come detto antecedentemente le tipologie di serramento variano a seconda del materiale e dal tipo di chiusura. Un altro aspetto del tipo di chiusura oltre quelle antecedentemente elencate è nel momento della chiusura; che può essere complanare, ovvero che il serramento e la cassa su cui poggia in chiusura sembrano una superficie unica; a sormonto dove il serramento chiude sopra la cassa vedendo un rilievo tutto attorno, o un altra opzione è lo scorrevole dove 2 serramenti mobili o, uno mobile e uno non, in apertura si nascondono uno dietro l'altro e in chiusura formano uno scalino al centro, ottimi per grosse vetrate. Il tipo di materiale varia per le sue caratteristiche:
- In pvc: questo materiale plastico garantisce per la sua natura un ottimo isolamento termico con una bassa manutenzione nel tempo e anche un basso costo di produzione ma presenta un elevata sensibilità agli agenti atmosferici riducendone drasticamente la durata.
- In legno: è un materiale naturale, caldo per natura ed ha il miglior isolamento termico come materiale, si presta negli ambienti con eleganza ed è quindi molto apprezzato nelle ristrutturazioni degli ambienti storici; la sua unica pecca è la sensibilità agli agenti atmosferici e quindi necessitano di manutenzione continua.
- In alluminio: è un metallo leggero molto duttile, si presta molto anche a forme complesse; ha una scarso isolamento termico e deve venir compensato con altri materiali ad alto isolamento termico ma la sua durata nel tempo è elevata.
- In acciao: un materiale nobile con cui si realizzano finestre con un ottimo isolamento termico, durevoli nel tempo, molto resistenti all'effrazione e con una bassa manutenzione; ma i molti pregi ne fanno i serramenti più costosi.

I rapporti qualità/prezzo

Serramenti in legno

Maggiore è la qualità del serramento e il numero di accessori o lavorazioni particolari, maggiore sarà il suo costo; e dettaglio non poco importante, maggiore sarà la capacita di reperire i ricambi nel caso di rottura di qualche pezzo meccanico della ferramenta o di qualche accessorio. Non si può definire un vero e proprio prezzo; la costruzione e la posa di un serramento ha molte variabili e soprattutto in questi casi oltre a chiedere ed affidarsi ad una buona casa costruttrice, è bene valutare tramite il preventivo fornito cosa vi viene dato, nonchè i certificati guadagnati dall'azienda che aiutano a capire il grado di qualità fornito sia del serramento che del lavoro, nonchè l'assistenza futura.

Scuri in sicurezza

Serratura a pompa mottura

Come tutte le nostre finestre anche gli scuri della casa hanno bisogno di essere sicuri e questo è possibile farlo attraverso vari modi; intervenendo rafforzando parti già esistenti o aggiungendo serrature. Uno dei modi più semplici e meno dispendiosi consistono in classici catenacci che si applicano al centro in alto e in basso che vanno poi una volta aperti a infilarsi nel marmo/muro; o sempre di poco costo il semplice cambio delle viti delle cerniere dello scuro con viti passanti che vengono tenute da un apposito bulloncino all'interno per impedire che da fuori qualcuno sviti quest'ultime dalle cerniere con la possibilità di rimuovere lo scuro.
Un altro sistema è l'installazione di chiusure aggiuntive che possono essere: sullo scuro l'installazione di una barra di rinforzo che comodamente se aperta si alloggia in verticale senza disturbare e al momento della chiusura in orizzontale si estende conficcandosi nel marmo/muro che anche nel caso di rimozione delle cerniere dello scuro impediscono insieme alla serratura di base di essere rimosso; o l'installazione sullo scuro della porta di uscita o porta-finestra di una serratura con aste che vanno a conficcarsi una volta aperta sopra e sotto e in caso di anta doppia un ulteriore uscita dei perni nella seconda anta tramite un incontro messo in corrispondenza della nuova serratura. Gli scuri non offriranno un alta sicurezza anche dopo questi accorgimenti ma di certo renderanno la vita molto più difficile ai malintenzionati che vorranno entrare, in modo da farli demordere dall'intento.

Basculanti

Rinforzo della serratura della basculante

Le basculanti o più comunemente, porte garage, sono solitamente caratterizzate da una struttura in lamiera fine guidata da un sistema di contrappesi che permette a qualsiasi persona di aprirle e chiuderle senza sforzo. Se si parla della loro manutenzione i casi più comuni di rottura nelle basculanti sono nelle corde di acciaio che legano il contrappeso alla ruota che scorre in basso e in alto nelle guide laterali insieme alla basculante; queste corde col tempo lavorando può succedere che si comincino a rovinare e in modo esponenziale si avvicinano al momento della rottura. Prima che accada ciò è utile tenerle sotto controllo lubrificandole una volta all'anno con del semplice grasso spray. Altro punto di cui è più rara la rottura è la ruota di scorrimento nelle guide e la carrucola posta negli angoli in alto da tenere anche loro sottocchio lubrificandole annualmente con del grasso spray.
Per quanto riguarda la sicurezza; le basculanti comunemente montate non ne offrono molta dato il ridotto spessore della lamiera e dal fatto che la serratura comunemente montata chiude solo in alto e presenta una levetta che ne permette l'apertura dall'interno, a cui si ha facile accesso bucando con una forbice in parte alla lamiera. Per rinforzare la sicurezza della basculante in questi casi è utile sostituire la serratura presente con una rinforzata tramite un defender incorporato in essa(vedi immagine), con la parte attorno protetta da una piastra per evitare la foratura con semplici attrezzi vicino la serratura, con un asta aggiuntiva che chiude anche in basso e con l'assenza della levetta interna che in caso di foratura della basculante non permette facilmente al malintezionato di aprirla.

FioreService, chi siamo

FioreService il fabbro di fiducia | serrature di sicurezza

La FioreService nasce da un esigenza di rinnovamento lavorativo, un azienda familiare con un esperienza lavorativa alle spalle tramandata da padre in figlio per varie generazioni inizialmente come fabbri da carpenteria e successivamente nella specializzazione dei vari meccanismi di chiusura, con interventi riguardanti la porta d'ingresso blindata o non, il cancelletto di casa, le porte in alluminio, i serramenti di qualsiasi tipo, le basculanti, ecc...
Un azienda in continuo aggiornamento sui prodotti che offre il mercato cercando di proporre sempre la soluzione più adatta al cliente; collaborando anche con altri artigiani del luogo offrendo un lavoro eseguito sotto ogni punto di vista con una rete che si è sviluppata sulla fiducia.

I nostri servizi

  • Serratura a cilindro europeo
  • Sostituzione chiavi ingresso
  • Serratura cancelletto e cancello
  • Installazione chiudiporta
  • Cambio serratura elettrica
  • Maniglione antipanico
  • Manutenzione serramento
  • Installazione zanzariere
  • Servizio di pertura porta 24H
  • Montaggio serratura elettronica
  • Montaggio serratura motorizzata
  • Cambio serratura garage
  • Manutenzione generale garage
  • Manutenzione serranda
  • Assistenza sfratto
  • Rinforzo serratura scuri
  • Installazione chiudicancello